Omelie 1 aprile 2020

Fino alle Palme: novena 
Dal 27 marzo a sabato prima della Domenica delle Palme, 4 aprile, l‘invito del vescovo è a recitare la novena di preghiera nel tempo della pandemia da Coronavirus.
Dopo le letture e le omelie trovate la preghiera di oggi.

Prima lettura Dn 3,14-20.46-50.91-92.95 Dio ha mandato il suo angelo e ha liberato i suoi servi.
Salmo responsoriale Dn 3,52-56 A te la lode e la gloria nei secoli.

+ Dal Vangelo secondo Giovanni 8,31-42
In quel tempo, Gesù disse a quei Giudei che gli avevano creduto: «Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi». Gli risposero: «Noi siamo discendenti di Abramo e non siamo mai stati schiavi di nessuno. Come puoi dire: “Diventerete liberi”?». 
Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: chiunque commette il peccato è schiavo del peccato. Ora, lo schiavo non resta per sempre nella casa; il figlio vi resta per sempre. Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete liberi davvero. So che siete discendenti di Abramo. Ma intanto cercate di uccidermi perché la mia parola non trova accoglienza in voi. Io dico quello che ho visto presso il Padre; anche voi dunque fate quello che avete ascoltato dal padre vostro». 
Gli risposero: «Il padre nostro è Abramo». Disse loro Gesù: «Se foste figli di Abramo, fareste le opere di Abramo. Ora invece voi cercate di uccidere me, un uomo che vi ha detto la verità udita da Dio. Questo, Abramo non l’ha fatto. Voi fate le opere del padre vostro». 
Gli risposero allora: «Noi non siamo nati da prostituzione; abbiamo un solo padre: Dio!». Disse loro Gesù: «Se Dio fosse vostro padre, mi amereste, perché da Dio sono uscito e vengo; non sono venuto da me stesso, ma lui mi ha mandato».
Parola del Signore

8:00 omelia di don Mario

Novena di preghiera
al tempo della pandemia del coronavirus

Introduzione
Signore Gesù Cristo, tu hai detto: “Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto” (Mt 7,7-8).
In questo tempo, in cui affrontiamo la nuova minaccia del coronavirus e proviamo un senso di insicurezza, ci affidiamo alla tua compassione e ci rivolgiamo a te nella preghiera per trovare forza e consolazione.

Dal libro di Daniele (3,25-27.34-36.43).
Azaria si alzò e fece questa preghiera in mezzo al fuoco e aprendo la bocca disse: “Benedetto sei tu, Signore, Dio dei nostri padri; degno di lode e glorioso è il tuo nome per sempre. Tu sei giusto in tutto ciò che ci hai fatto; tutte le tue opere sono vere, rette le tue vie e giusti tutti i tuoi giudizi. Non ci abbandonare fino in fondo, per amore del tuo nome, non infrangere la tua alleanza; non ritirare da noi la tua misericordia, per amore di Abramo, tuo amico, di Isacco, tuo servo, di Israele, tuo santo, ai quali hai parlato, promettendo di moltiplicare la loro stirpe come le stelle del cielo, come la sabbia sulla spiaggia del mare. Salvaci con i tuoi prodigi, da’ gloria al tuo nome, Signore”.

Meditazione

Azaria, nella fornace, non prega di essere salvato dalla morte. La sua preghiera è in primo luogo una lode alle grandi opere di Dio, seguita da una supplica per la salvezza del popolo. Dobbiamo confidare che il Signore, pur nella gravità della situazione attuale, non lascia soli nemmeno noi ed esaudisce le nostre preghiere.

Breve silenzio

Quarto mistero doloroso: La salita al Calvario con la croce
Essi allora presero Gesù ed egli, portando la croce, si avviò verso il luogo del Cranio, detto in ebraico Gòlgota e con lui altri due, uno da una parte e uno dall’altra, e Gesù nel mezzo (Gv 19, 17-19).

Padre nostro, 10 Ave o Maria, Gloria

Invocazioni
O Dio, tu ti prendi cura degli uomini e hai misericordia di loro nelle necessità.
Pieni di fiducia preghiamo: R. Abbi misericordia, o Dio.

  • Di tutti gli uomini, affinché la diffusione di questo virus possa essere fermata in breve tempo. R.
  • Di coloro che hanno contratto il coronavirus, sii loro vicino e dona loro la guarigione. R.
  • Dei medici e degli infermieri, dona loro forza e perseveranza. R.
  • Dei ricercatori che si applicano allo studio di nuovi farmaci e vaccini. R.
  • Di coloro che, nella società civile e nella Chiesa, hanno incarichi di responsabilità: dona loro il tuo Spirito, affinché possano prendere le decisioni necessarie al bene di tutti. R.
  • Di tutti coloro che sono oppressi da paura e preoccupazioni: consola chi è nel lutto e nella disperazione. R.
  • Dei morenti: accogli i defunti nel tuo regno di luce e di pace. R.
  • Eventuali intenzioni particolari…

    Vogliamo unire alla preghiera tutte le nostre intenzioni e rivolgerci al Padre come Gesù ci ha insegnato: Padre nostro
    Preghiera conclusiva:
    Preghiamo. Dio misericordioso, tu ci aiuti nella sofferenza ed esaudisci le nostre suppliche. Ti ringraziamo perché ci hai mostrato la tua misericordia. Benedici il tuo popolo che, nell’imperversare della minaccia del coronavirus, con speranza attende la tua carità e il tuo aiuto. Donaci la tua protezione e la tua grazia. Preservaci dal male e concedici la salute del corpo e dello spirito ed aiutaci a servirti con fedeltà. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore. Amen

    Santa Maria, guarigione dei malati, prega per noi!
    Santa Maria, consolatrice degli afflitti, prega per noi!
    Santa Maria, aiuto dei cristiani, prega per noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.