Il Vescovo parla di San Nicolò

Scarica qui la lettera in PDF

molte cose sono diverse quest’anno, sicuramente l’avrete già notato. Anche la festa di san Nicolò del 6 dicembre sarà diversa. Ma la possiamo ancora festeggiare e io avrei anche un’idea…
Sono pochi i santi di cui si raccontano tante storie. Uno di questi è san Nicolò. Qui in Alto Adige ci sono una cinquantina di chiese dedicate a lui. Forse ne conoscete una? La gente era entusiasta di san Nicolò, per questo ne parliamo ancora oggi. Le storie ci dicono che gli piacevano le persone, che le aiutava come poteva. Aveva un cuore grande, soprattutto per chi soffriva e aveva bisogno di aiuto. Ha cercato di vedere il bene in tutti e di fare del bene!
I santi sono persone che ci fanno sentire Dio in un modo molto speciale. A volte non servono grandi miracoli, ma piccoli segni d’amore. Una storia racconta che ogni anno, alla vigilia del suo compleanno, san Nicolò girava per la città e lasciava regali davanti alle case di bambini poveri. Così, molto semplicemente. Tutti noi possiamo capire questi gesti senza molte spiegazioni. Ci dicono: sono contento che tu ci sei! Senza di te, la mia vita non sarebbe così bella! Grazie! Non ci vuole molto di più, se viene dal cuore.

Siamo tutti Nicolò!
Quest’anno la festa di san Nicolò può ricordarci in modo speciale di vedere il bene, come faceva san Nicolò. È importante che ci diciamo continuamente: “Ti voglio bene! Tu conti molto per me! Desidero che tu stia bene! Sono qui per te!“ Ed è importante che lo mostriamo. E allora, sapete cosa vorrei suggerirvi? Quest’anno dobbiamo essere tutti san Nicolò!
Come Nicolò, anche noi possiamo chiederci: per chi posso fare qualcosa di buono? Forse nella mia famiglia, con una parola gentile o un piccolo segno? O dare un po’ di gioia a chi non sta bene in questo momento? Anche una telefonata o un breve messaggio possono portare gioia. Ci sono molti gesti che sono possibili anche in questo periodo. Così tutti saremo un po‘ san Nicolò e faremo agli altri delle belle sorprese!
Anch’io sono contento che ci sia san Nicolò. Per me è un collega vescovo grande e santo. Mi ricorda, e lo ricorda a tutti, ciò che è importante nella vita di noi cristiani: che impariamo da Gesù, che ci aiutiamo a vicenda, che trasmettiamo ad altri la speranza e diciamo a tutti: Dio ci è vicino, ci vuole bene!


Tra poco è Natale
La festa di san Nicolò ci dice: tra poco arriva il Natale, e noi festeggiamo il compleanno di Gesù. Egli appartiene tutto a Dio e tutto a noi. È diventato un bambino, proprio come voi adesso. Vuole accompagnarci per tutta la nostra vita. Ecco quanto è importante il Natale. Quanto è bella la nostra fede!
Gesù benedica voi, i vostri genitori, i vostri nonni, fratelli e sorelle e tutti coloro a cui volete bene. E che il vescovo Nicolò vi sostenga!


2a Domenica d’Avvento, festa di san Nicolò, 6 dicembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.