Sussidi per la preghiera, libri dei canti e riviste di nuovo in chiesa

Comunicazione della Diocesi di Bolzano-Bressanone

È dal 7 maggio 2020 che, per le celebrazioni eucaristiche, sono in vigore le misure stabilite per contrastare la diffusione del Covid-19. I fedeli si sono abituati a questi provvedimenti e li osservano. In questo modo stanno dando un importante contributo affinché la pandemia finisca presto.
I provvedimenti sono stati formulati dal Comitato Tecnico Scientifico (CTS) del Ministero della Salute insieme ai responsabili della Conferenza Episcopale Italiana (CEI) e sono stati comunicati alle Diocesi dalla CEI. Spetta al CTS e alla CEI decidere quando allentare le principali misure di prevenzione (distanziamento di sicurezza, mascherine e disinfezione delle mani) sinora in vigore.

Tra le misure di sicurezza comunicate dalla CEI e in vigore da maggio 2020, si legge al punto 3.6: “Per ragioni igienico-sanitarie, non è opportuno che nei luoghi destinati ai fedeli siano presenti sussidi per i canti o di altro tipo”.
Si comunica che da ora questa misura non si applica più alla Diocesi di Bolzano-Bressanone. I sussidi per la preghiera e i libri dei canti, così come le riviste, possono tornare ad essere presenti nelle chiese. Questo faciliterà la preghiera personale e la celebrazione comunitaria in chiesa.

Bolzano, 11 giugno 2021

+ Ivo Muser, Vescovo

don Eugen Runggaldier, Vicario generale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.