XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

◼︎ Memoria di Josef Mayr Nusser: scopri iniziative e tanto altro > clicca qui
► in particolare sabato 2 ottobre, ore 19, in Duomo: “Essere testimoni …” – Parole e musica nel Duomo di Bolzano

◼︎ Domenica 3 .10.21, ore 15 in Duomo a Bressanone: Ordinazione a diacono di Matthias Kuppelwieser
◼︎ martedì 5.10.21, ore 17 in Oratorio, via Vintler 18 Incontro informativo e iscrizioni per genitori di II e III elementare NECESSARIO GreenPass
◼︎ Giovedì 7.10.21 don Mario non confessa. In Duomo c’è la possibilità di confessarsi ogni giorno dalle 17 alle 18
◼︎ domenica 10.10.21 Sinagoga di Merano: Giornata Europea della Cultura Ebraica > clicca qui

Prima lettura Gen 2,18-24 I due saranno un’unica carne.
Salmo responsoriale Sal 127 Ci benedica il Signore tutti i giorni della nostra vita.
Seconda lettura Eb 2,9-11 Colui che santifica e coloro che sono santificati provengono tutti da una stessa origine.

+ Dal Vangelo secondo Marco 10,2-16

In quel tempo, alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla».
Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto».
A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio».
Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro.

Parola del Signore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.