Mercoledì delle Ceneri

Preghiera per il popolo dell’Ucraina – Suonano le campane di tutte le chiese

“Una preghiera per il popolo dell’Ucraina e per un ripensamento in quanti giustificano questa guerra, che è un attentato al progetto di pace in Europa e una sconfitta per tutti noi“: così il vescovo Ivo Muser si rivolge alla comunità dei fedeli sgomenta per quanto sta accadendo in Ucraina. Il vescovo invita anche a far risuonare tutte le campane della diocesi a mezzogiorno del Mercoledì delle ceneri, il 2 marzo, in segno di pace, riconciliazione e solidarietà.

◼︎ Aiuti in denaro per l’Ucraina > clicca qui
◼︎ Lettera pastorale del vescovo per la Quaresima > clicca qui

◼︎ giovedì 03.03.22 ore 17:00 in San Domenico Preghiera Comunitaria per le Vocazioni 
◼︎ venerdì 04.03.22
. ► ore 15:00 Via Crucis in San Domenico
. ► ore 17:20 Via Crucis in S. Giuseppe ai Piani
. ► ore 18:00 Preghiera Ecumenica Mondiale (delle donne) S. Maria in Augia (Don Bosco)
. ► ore 20:00 Lectio con don Mario in S. Giuseppe ai Piani

Non rinunciare, ma moltiplica! La quaresima è il tempo per rendere bella la vita. Cenere e acqua sono gli ingredienti primitivi del bucato di un tempo. E allora si riparte da qui: dal desiderio di rendere bella la tua vita. Sì, proprio la tua! Il primo impegno è proprio questo: accorgerti delle bellezze che ti porti dentro e che per qualche motivo hai lasciato da parte. La quaresima, poi, è il tempo della moltiplicazione. In questo periodo moltiplica invece di rinunciare; moltiplica il tuo tempo per le persone, per gli amici; moltiplica i gesti d’amore; moltiplica le parole buone che fanno bene al cuore. Moltiplica il tempo del silenzio e della meditazione. Prega, leggi, rileggi la tua vita. Ama i passi che hai fatto fino ad oggi. Questo è il tempo per rendere bella la vita. Non rinunciare solo alle cose materiali e non essere solo contento di non mangiare dolci, di non fumare, di non scrivere sui social; in questo tempo dovrai coinvolgere il cuore e capire come ami le persone. È il cuore che conta. Buon cammino! 

Don Tonino Bello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.