DOMENICA DELLE PALME

◼︎ Aiuti in denaro per l’Ucraina> clicca qui
◼︎ Lettera pastorale del vescovo per la Quaresima> clicca qui
◼︎ Notiziario Parrocchiale > clicca qui 
◼︎ A Messa stop al distanziamento, ma obbligo di mascherina> clicca qui

◼︎ Celebrazioni nella Settimana Santa > Clicca qui

◼︎ Confessioni nella Settimana Santa > Clicca qui

◼︎ Alba di Pasqua > clicca qui

+ Dal Vangelo secondo Luca 19,28-40

In quel tempo, Gesù camminava davanti a tutti salendo verso Gerusalemme. Quando fu vicino a Bètfage e a Betània, presso il monte detto degli Ulivi, inviò due discepoli dicendo: «Andate nel villaggio di fronte; entrando, troverete un puledro legato, sul quale non è mai salito nessuno. Slegatelo e conducetelo qui. E se qualcuno vi domanda: “Perché lo slegate?”, risponderete così: “Il Signore ne ha bisogno”».
Gli inviati andarono e trovarono come aveva loro detto. Mentre slegavano il puledro, i proprietari dissero loro: «Perché slegate il puledro?». Essi risposero: «Il Signore ne ha bisogno».
Lo condussero allora da Gesù; e gettati i loro mantelli sul puledro, vi fecero salire Gesù. Mentre egli avanzava, stendevano i loro mantelli sulla strada. Era ormai vicino alla discesa del monte degli Ulivi, quando tutta la folla dei discepoli, pieni di gioia, cominciò a lodare Dio a gran voce per tutti i prodigi che avevano veduto, dicendo:
«Benedetto colui che viene,
il re, nel nome del Signore.
Pace in cielo
e gloria nel più alto dei cieli!».
Alcuni farisei tra la folla gli dissero: «Maestro, rimprovera i tuoi discepoli». Ma egli rispose: «Io vi dico che, se questi taceranno, grideranno le pietre».

Parola del Signore.

per le altre letture e per il Passio secondo Luca > clicca qui


14Notiziario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.