XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – NOSTRO SIGNORE GESÚ CRISTO RE DELL’UNIVERSO

◼︎ Notiziario parrocchiale> clicca qui
◼︎ 19.11.22 POMERIGGIO CONVIVIALE Ore 15.30 ritrovo al Centro di Via Vintola (sala al 1. Piano)
◼︎ 19.11.22 Canta la Corale S. Giuseppe ore 18:00 ai Piani
◼︎ 19.11.22 Mandato alle catechiste ore 18:30 San Domenico
◼︎ 20.11.22 Canta la Corale S. Maria Maddalena di Vadena ore 10:30 San Domenico

◼︎ 21.11.22 CPP Piani ore 20:00
◼︎ 26.11.22 formazione per i catechisti con P. Maurizio Botta “Siamo fatti per l’infinito”. Si terrà dalle 9 alle 14.30 nella Sala Don Bosco – Rainerum

Prima Lettura Unsero Davide re d’Israele. 2 Sam 5,1-3

In quei giorni vennero tutte le tribù d’Israele da Davide a Ebron, e gli dissero: «Ecco noi siamo tue ossa e tua carne. Già prima, quando regnava Saul su di noi, tu conducevi e riconducevi Israele. Il Signore ti ha detto: “Tu pascerai il mio popolo Israele, tu sarai capo d’Israele”».
Vennero dunque tutti gli anziani d’Israele dal re a Ebron, il re Davide concluse con loro un’alleanza a Ebron davanti al Signore ed essi unsero Davide re d’Israele.

Parola di Dio.

Salmo Responsoriale Dal Sal 121 (122) R. Andremo con gioia alla casa del Signore.
Seconda Lettura Ci ha trasferiti nel regno del Figlio del suo amore. Col 1,12-20

Dal Vangelo secondo Luca 23,35-43

+ In quel tempo, [dopo che ebbero crocifisso Gesù,] il popolo stava a vedere; i capi invece deridevano Gesù dicendo: «Ha salvato altri! Salvi se stesso, se è lui il Cristo di Dio, l’eletto».
Anche i soldati lo deridevano, gli si accostavano per porgergli dell’aceto e dicevano: «Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso». Sopra di lui c’era anche una scritta: «Costui è il re dei Giudei».
Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!». L’altro invece lo rimproverava dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male».
E disse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno». Gli rispose: «In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso».

Parola del Signore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.